Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informazionicookies
Skip to main content

Efficientamento energetico: partiti lavori di relamping nelle scuole fanesi

Fano, 14 aprile 2021 - E’ partito il progetto di “relamping” che interesserà l’efficientamento energetico nel territorio fanese. Nello specifico, i lavori toccheranno 10 istituti scolastici fanesi e prevederanno la sostituzione di 525 punti luce a favore dell’illuminazione led, una soluzione più performante e maggiormente rispettosa verso l’ambiente.
 

Efficientamento energetico: partiti lavori di relamping nelle scuole fanesi

L’intervento, affidato all’azienda “Impe”, è di 66.509 euro, a seguito del ribasso di asta del 31%, e terminerà entro la metà di luglio.

“L’Amministrazione Comunale - chiosa l’assessora ai Lavori Pubblici Fabiola Tonelli - continua a impegnarsi per ridurre i consumi energetici negli istituti scolastici. Grazie all’installazione di lampade a led, riusciremo a ricevere una contrazione dei costi in bolletta, azzerando i problemi di smaltimento delle lampade esauste tradizionali, al cui interno sono presenti sostanze inquinanti come il mercurio. Per questi lavori, riteniamo che più del 60% possa essere finanziato dal GSE, attraverso il Conto Termico 2021: un fondo, dedicato all’incentivazione della produzione di energia termica per il miglioramento dell'efficenza energetica di edifici e abitazioni”.

Tonelli mette l’accento sulla coerenza e la continuità dell’azione di governo rivolta alla sensibilità sulle tematiche ambientali e sostenibili: “Continuiamo a seguire il percorso intrapreso, per rendere le nostre scuole sostenibili e moderne in chiave energetica. Dopo i lavori di adeguamento termico e l’installazione di pannelli fotovoltaici alla scuola materna ‘Albero Azzuro', con questo intervento in modo trasversale andiamo a a sostituire tutti i vecchi corpi luminosi, affinché la qualità ambientale e funzionale del contesto in cui operano i nostri studenti venga resa migliore”.