Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informazionicookies
Skip to main content

Ordinanza n.11: 12^ TAPPA DELLA 107^ EDIZIONE DEL GIRO D'ITALIA - ANNO 2024 - ORDINANZA DIVIETO VETRO

ORDINANZA N. 11 DEL 15/05/2024
OGGETTO: 12^ TAPPA DELLA 107^ EDIZIONE DEL GIRO D'ITALIA -ANNO 2024- ORDINANZA DIVIETO VETRO


DATO ATTO che il giorno 16 maggio 2024 la Città di Fano sarà luogo di arrivo della 12^ tappa ciclistica della 107^ edizione del "GIRO D'ITALIA" - tappa "Martinsicuro - Fano";

VISTA la mail del Dirigente Comandante della Polizia Locale del 14 maggio 2014 in atti d'ufficio con cui a seguito del tavolo tecnico tenutosi in Questura nella mattinata del 14/05 è emersa la necessità di adottare un ordinanza che vieti il consumo di bevande in contenitori di vetro per motivi di ordine pubblico nell'area di arrivo della tappa;

RILEVATO che la tappa del Giro D'Italia attre nella zona di arrivo un rilevante numero di persone con possibili criticità di ordine pubblico e di carico antropico;

RITENUTO di condividere quanto emerso nel tavolo tecnico tenutosi in Questura;

VISTO l'art.54 del D.Lgs.n.267/2000 che riconosce al Sindaco, quale Ufficiale di Governo, il potere di adottare provvedimenti, anche contingibili e urgenti, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana;

VISTA la L.n.241/1990;

DATO ATTO che la presente ordinanza è stata preventivamente comunicata alla Prefettura di Pesaro Urbino;

ORDINA

E' fatto divieto per il giorno 16/05/2024, dalle ore 11.00 alle ore 19.00, di:

a) somministrare alimenti e bevande in vetro presso i pubblici esercizi latistanti o comunque limitrofi al percorso stradale di arrivo della tappa in zona urbana a partire da via Cavallotti e sino all'arrivo ricomprendendo v.le Gramsci e v.le XII Settembre (inclusa l'area della stazione ferroviaria);
b) detenere, da parte di chiunque e a qualunque scopo, contenitori ed oggetti di vetro in genere nell'area di cui sopra fatte salve le esigenze degli organizzatori della manifestazione, quelle di pubblico soccorso nonché quelle di ordine pubblico;
I trasgressori di cui al punto n.1 che precede potranno incorrere, salve le più gravi fattispecie penali od amministrative connesse e/o concorrenti, nella violazione di quanto previsto dall'art.650 del codice penale;


DISPONE

che il Corpo di Polizia Locale di Fano, unitamente alle altre Forze di Polizia, è autorizzato alla verifica del rispetto della presente ordinanza;
che la presente ordinanza sia comunicata alle seguenti pubbliche autorità:
-Prefettura di Pesaro e Urbino
-Questura di Pesaro e Urbino
-Comando Provinciale dei Carabinieri
-Comando Provinciale della Guardia di Finanza
-Comandante dei Carabinieri di Fano
-Comandante Provinciale VV.FF
-Dirigente del Commissariato P.S. di Fano
-Dirigente Comandante della Polizia Locale di Fano
-Pubblici Esercizi della zona sottoposta al divieto


che alla presente ordinanza venga data pubblicità attraverso la pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune di Fano ai sensi dell'art.8, comma n.3, della L.n.241/1990 per 15 giorni consecutivi nonché ampia diffusione attraverso gli organi locali di informazione ed il sito internet comunale in modo impersonale nel rispetto dell'art.9 della L.n.28/2000.

INFORMA

che avverso la presente ordinanza può essere proposto ricorso gerarchico presso S.E. il Prefetto di Pesaro e Urbino entro il termine di giorni 30 (trenta) dalla pubblicazione della stessa;
è ammesso, altresì, ricorso giurisdizionale al TAR Marche entro il termine di giorni 60 (sessanta) decorrenti dalla data di pubblicazione della stessa (art.29 D.Lgs 104/2010) oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di giorni 120 (centoventi) egualmente decorrenti dalla medesima data (DPR 24/11/1971 n° 1199).

IL SINDACO
Massimo SERI
F.to digitalmente

Ufficio Stampa Comune di Fano